Box

Impresa criminale e diritti dei lavoratori

Caillebotte

Il rapporto tra lavoro e diritto fa fronte a una fragilità intrinseca. Da una parte il mondo del lavoro è per natura aperto e in continua trasformazione, dall’altra il mondo del diritto tende ad essere più statico e territoriale. Questa faglia tra natura del diritto e natura del lavoro è forse la debolezza che permette ad associazioni criminali di inserirsi all’interno di imprese e società per trarne vantaggi economici.  Aggirare le tutele dei lavoratori (per  esempio con l’abuso di contratti precari), sfuggire alle regole del mercato (es. con frodi fiscali o con l’abuso di figure giuridiche), abbassare la sicurezza dei lavoratori,  tutte azioni in cui il vantaggio economico erode il diritto. 

Il diritto è un ostacolo al lavoro? Quali sono gli strumenti per garantire la legalità nei luoghi di lavoro?  Come si rinforza la coscienza del lavoro come luogo del diritto? 

Ne discutiamo con Marco Imperato, Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Bologna. 

L’incontro si terrà venerdì 14 maggio dalle ore 9 alle 11 ed è fruibile al seguente link:

https://www.youtube.com/watch?v=7TIGrdeUfaQ

 

Il LIP aderisce alla rete ConCittadini, progetto di cittadinanza attiva rivolto a scuole, enti locali, associazioni e istituzioni del territorio promosso dall’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna.

Concittadini

Allegati
Impresa criminale e diritti dei lavoratori